Tu sei qui

News Prodotto, Batta: "Voglio anche la MotoGP"

Il manager belga con una gestione unica potrebbe "spingere" molto in Superbike

Doveva andare in questi giorni in Giappone ma alla fine Francesco Batta ha rinunciato e saranno i dirigenti della Suzuki a venire in Europa verso il 20 di questo mese per discutere del futuro della squadra.

"Non so cosa mi diranno - ci ha detto Batta - ma sono molto deluso, sia sul piano sportivo sia su quello umano. A luglio dello scorso anno era stato deciso che fino ai primi di gennaio in Giappone avrebbero lavorato per la SBK e poi sarebbero passati alla MotoGP. Così hanno fatto. C'era, però, un gentlemen aggreement per coprire da parte della Suzuki le poche spese di evoluzione (200 milioni al massimo) che avrebbe fatto Alstare. Invece, niente, nemmeno una risposta. E questo mi dispiace sul piano umano, visto che sono anni che lavoro con e per la Suzuki".

C'è un altro episodio che ha colpito Batta: "Per la prima volta da anni non si è visto nessun presidente di filiale nazionale in nessuna gara del mondiale Superbike. Mi è stato detto che l'Azienda era "offesa" per le mie dichiarazioni: ma perché avrei dovuto tacere?"

Tornando alle questioni sportive si rimane perplessi dalla decisione della Casa giapponese di non sostenere l'operazione Superbike. Visti i risultati del mondiale SBK e quello della MotoGP, ci si aspetterebbe un dirottamento di risorse ed invece... "Un'Azienda europea - dice ancora Batta - avrebbe spostato il piccolo budget dalla motoGp alla SBK".

C'è quindi incertezza per il futuro della squadra Suzuki Alstare: "Servono 5 milioni di euro - che non si coprono con gli sponsor - per una stagione di alto livello. Quindi, deve intervenire direttamente la Suzuki".

Ora Francesco Batta pensa ad una soluzione che potrebbe essere interessante e manda un messaggio in Giappone: "Potrebbero dirmi: questo è il budget totale tra SBK e MotoGP. Gestiscilo tu per tutte e due le categorie. Conoscendo il loro sistema di lavoro e considerando la mia esperienza, sicuramente risparmierebbero ed avrebbero maggiori risultati!"

Devono, però, fare presto "I piloti sono incerti perché vedono non c'è contatto con la Suzuki Japan e Leon lo stanno contattando in molti (anche Tech 3 dalla MotoGP gli ha fatto un'offerta). Potremmo trovarci in difficoltà anche su questo fronte".

A questo punto bisognerà aspettare ancora poco tempo. Auguriamoci che alla fine i risultati abbiano la loro importanza.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti