Tu sei qui

News Prodotto, Marinelli: "Haga deve riscattarsi"

Alla Ducati pensano già ai piloti 2011: nel mirino, tra gli altri, Checa e Edwards

C'è una buona dose di fiducia nel box Ducati per la gara di domenica: "Questa è una pista dove Michel va fortissimo e può fare una bella gara. - ci ha detto Ernesto Marinelli, responsabile del progetto Superbike - Nori, invece, è andato bene nei test di Imola e questo mi rende fiducioso per domenica".

L'annuncio del passaggio di Stoner alla Honda non ha avuto alcuna particolare emozione all'interno del team sia perché era un divorzio annunciato, sia perché sulla Superbike non avrà conseguenze. E, a quanto sembra, nemmeno l'arrivo di Valentino. Anche se nel box Ducati continuano ad affermare che il pericolo non c'è mai stato, nelle ultime settimane tutti gli accordi 2011 sono stati confermati e la squadra si è potuta concentrare sulla scelta dei piloti. "Vedremo nelle prossime due o tre gare come andranno i nostri attuali piloti. E' innegabile che Nori ha avuto un'annata oscura ma vedremo se riuscirà a riscattarsi".

I nomi sui quali la Ducati sembra orientarsi sono prevalentemente giovani ma non necessariamente: "Carlos Checa ha messo sul piatto dei bei numeri che non possono essere trascurati" ci ha detto ancora Marinelli. Elemento importante potrebbe essere l'influenza della Xerox per avere un pilota di lingua inglese ed a questo punto, oltre a Rea e Haslam, entra in gioco anche Colin Edwards "Rivederlo in Superbike sarebbe molto bello - dice Marinelli - perché ha rappresentato molto per questa categoria. Dipenderà molto dal fatto se verrà o meno riconfermato dal team Tech 3".

Anche per Borgo Panigale i giochi si dovrebbero chiudere tra il Nurburgring e Imola, a settembre.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti