Tu sei qui

Una MZ con telaio tubolare per West

L'australiano vuole una moto più leggera. La sua MZ pesa 18 kg più delle altre!

E' una moto diversa da tutte le altre quella che sta provando Anthony West in questa due giorni di test ad Aragon; l'australiano, attualmente 26° nella classifica del mondo, ha appoggiato ai cavalletti la sua pesante MZ nella speranza di archiviare ance l'attuale frustrazione e trovare un mezzo più leggero e performante.

Ciò che salta subito all'occhio su questa nuova moto prodotta da MG Competition del francese M. Garcia Martial è il telaio tubolare a traliccio, in stile Ducati.

“Sì, è un'idea che abbiamo preso dalla Ducati – racconta Garcia – ridisegnata per la Moto2. Abbiamo deciso di provare a ideare una moto meno rigida, o che avesse per lo meno maggiore flessibilità; la nostra moto si chiama MG Competition”.

La Moto2 ci ha oramai abituati a chiamare le moto con il nome dei Team che le utilizzano, o dei telaisti, o di chi le ha prodotte. E la MG non è affatto alla sua prima esperienza.

“Abbiamo lavorato nel mondiale Superbike anche con Norick Abe, lo scorso anno con l'indonesiano Doni Tata Pradita e quest'anno abbiamo deciso di fare la nostra moto”.

Quali sono le prime impressioni a caldo di Anthony West?

“La mia MZ purtroppo pesa 18 chili in più di tutte le altre Moto2 – dice il pilota del Team MZ Racing - perché è fatta in acciaio mentre le altre sono in alluminio e questo è il nostro problema principale, al momento. Su questa MG dobbiamo ancora fare una serie di prove, è davvero molto diversa dalla mia MZ ma sono certo che appena sarà ultimata la messa a punto, si possa fare bene”.

Anthony sembra convinto che questa nuova moto dal telaio a traliccio possa essere una valida alternativa in futuro.

Lo spero proprio, è per questo che oggi le sto dedicando il tempo dei test!”.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti