Tu sei qui

Pernat: Lorenzo? E' il nuovo Rossi

AUDIO Il nostro "columnist" fa il punto dopo il GP di Assen e lancia lo spagnolo

Pernat: Lorenzo? E' il nuovo Rossi

Di sé stesso dice: sono un columnist. Di lui gli altri dicono: è un grande manager. Parliamo di Carlo Pernat, l'uomo che ha tirato fuori dal suo cappello a cilindro prima Max Biaggi e poi Valentino Rossi e, tanto per non far torto a nessuno, ha estratto dalle macerie, portandolo in Aprilia, Loris Capirossi dopo la prima esperienza in 500 con la Yamaha nel team di Wayne Rainey.

Noi di Gpone.com siamo fortunati abbastanza da averlo come amico e da poter condividere con lui, dopo ogni Gran Premio, alcune impressioni su cosa è accaduto e su cosa ciò significhi. Una cosa che sa fare benissimo visto che oggi spazia dai segreti dei box a quelli della sala stampa (ha persino imparato ad usare il computer!)

“Lorenzo è il nuovo Valentino, ha giocato al gatto con il topo. Ha scherzato come ai tempi di Rossi – ha detto Pernat – Jorge ha fatto un grande passo avanti dal punto di vista mentale. Essere vicino a Vale ha significato molto: ora è il suo erede”.

Pernat vede grandi progressi anche in casa Honda, ma anche debolezze.

“La Honda è bella a vedersi nelle mani di Pedrosa e Dovizioso, ma ogni anno porta tonnellate di materiale da provare e si perde”.

Così alla fine Carletto scopre...l'acqua calda, ma gli dà sapore con una considerazione.

“La Yamaha è la moto migliore – afferma - e la cosa dovrebbe far riflettere Vale...ma credo che ormai le carte siano smazzate, con l'aiuto della Dorna”.

E ciò porta a parlare di Ducati che “ è migliorata...per i clienti, grazie anche al lavoro di Hayden, ma Stoner ha dimenticato come si guida. Non è lo Stoner che ci piace, magari però passando alla Honda tornerà quello che era...”.


Ascoltate l'intervista in AUDIO completa.


{mp3}06GP_TTASSEN/pernat{/mp3}

Articoli che potrebbero interessarti