Tu sei qui

News Prodotto, WSS: Due italiani dietro Laverty

Pirro e Tamburini vicini al poleman provvisorio. Due donne in pista

L'irlandese Eugene Laverty si conferma uomo veloce della Supersport, realizzando la pole position provvisoria della Supersport precedendo di poco più di un decimo Michele Pirro, pilota della Honda Ten Kate. Il pugliese lo scorso anno realizzò la pole position, una delle rare centrate dagli italiani negli ultimi anni.


Terzo tempo per Roberto Tamburini con la prima delle Yamaha, quella del team Bike Service, che dopo aver realizzato buone performance nel CIV è al via della gara di Misano come wild card. Il giovane italiano è riuscito a precedere Kenan Sofuoglu, attuale leader del campionato, mentre il terzo pilota in lizza per la leadership, Joan Lascorz (Kawasaki) ha il sesto tempo.


Massimo Roccoli
, che voleva ben figurare nella gara di casa - è nato e vive a pochi chilometri da qui - è al momento nono, mentre bene ha girato Torcolacci, altra wild card, alla guida di una Triumph privata, 14°. A proposito di tre cilindri inglesi, Vittorio Iannuzzo al debutto con la 675 Daytona sta prendendo confidenza con la sua nuova moto ed è 16°.


Le ultime due posizioni sono occupate da due donne: Paola Cazzola e Nikolett Kovacs. La prima torna nel mondiale passando dalla Honda alla Yamaha, mentre la seconda, una ragazza ungherese approdata alla 600 dopo aver corso con le minimoto e le 125 GP, è al debutto con la Honda del team Kuja (ex squadra della Cazzola). I tempi - soprattutto per la graziosa Nikolett - sono ancora lontani dai primi ma vedremo al termine dei due prossimi turni cosa accadrà.


I TEMPI DELLE PRIME QUALIFICHE:

1     50    Laverty E. (IRL)    Honda CBR600RR    1'39.437

2     51    Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR    1'39.555

3     44    Tamburini R. (ITA) Yamaha YZF R6    1'39.869

4     54    Sofuoglu K. (TUR)    Honda CBR600RR    1'39.919

5      4    Rea G. (GBR)    Honda CBR600RR    1'40.048

6     26    Lascorz J. (ESP)    Kawasaki ZX-6R    1'40.126

7      7    Davies C. (GBR)    Triumph Daytona 675    1'40.243

8     25    Salom D. (ESP)    Triumph Daytona 675    1'40.622

9     55    Roccoli M. (ITA) Honda CBR600RR    1'40.770

10     14    Lagrive M. (FRA)    Triumph Daytona 675    1'41.098

11    127    Harms R. (DEN)    Honda CBR600RR    1'41.179

12    117    Praia M. (POR)    Honda CBR600RR    1'41.298

13      5    Lundh A. (SWE)    Honda CBR600RR    1'41.496

14     77    Torcolacci A. (ITA) Triumph Daytona 675    1'41.712

15     99    Foret F. (FRA)    Kawasaki ZX-6R    1'41.818

16     31    Iannuzzo V. (ITA) Triumph Daytona 675    1'42.269

17     85    Palumbo A. (ITA) Kawasaki ZX-6R    1'42.405

18      9    Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR    1'42.483

19      8    Chesaux B. (SUI)    Honda CBR600RR    1'42.520

20     82    Vigilucci I. (ITA)    Yamaha YZF R6    1'43.742

21     61    Menghi F. (ITA) Yamaha YZF R6    1'44.361

22     24    Blokhin E. (RUS)    Yamaha YZF R6    1'45.839

23     10    Toth I. (HUN)    Honda CBR600RR    1'46.172

24     33    Cazzola P. (ITA) Yamaha YZF R6    1'46.290

25      15    Kovacs N. (HUN)    Honda CBR600RR    1'49.295

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti