Tu sei qui

News Prodotto, SBK: Crutchlow in pole position provvisoria

Il pilota della Yamaha si conferma specialista del giro secco. Biaggi sesto

E' finito anche sulla ghiaia per cercare di migliorarsi ulteriormente dopo aver stabilito il miglior tempo nelle prime qualifiche della Superbike. Cal Cructhlow con il tempo di 1'36"288 ha confermato la sua fama di specialista del giro secco, conquistando la pole position provvisoria.

Alle sue spalle troviamo Troy Corser, sempre molto positivo durante tutto il turno nel corso del quale l'australiano è scivolato al posto 1 (dopo il rettilineo di arrivo) senza alcuna conseguenza.

Leon Haslam ha guidato la graduatoria dei tempi per una decina di minuti prima di essere superato da Crutchlow e Corser. Anche il suo compagno di squadra nel team Suzuki Alstare, Sylvain Guintoli è stato con i primi poi è scivolato fino alla 12° posizione.

Quarto tempo provvisorio per Michel Fabrizio che sembra riportare la Ducati al posto che compete alla bicilindrica bolognese, riconquistando il primato per le moto ufficiali. Alle spalle del romano troviamo Carlos Checa, autore di un ultimo giro molto veloce, mentre la seconda Ducati-Xerox è tredicesima con Nori Haga.

Max Biaggi, verso metà turno ha deciso di spingere e si è portato sui primi ma nella seconda parte ha ripreso a lavorare senza tener conto dei tempi, rimanendo comunque in sesta posizione. Nella top ten anche il suo compagno di squadra Leon Camier, nono.

Troviamo altre due Ducati nelle prime dieci posizioni, con Shane Byrne (althea Racing) e Luca Scassa (Supersonic) rispettivamente settimo ed ottavo.

Molto indietro le Honda Ten Kate, con Rea sedicesimo e Neukirchner - che è ovviamente caduto - diciottesimo. Da ricordare che il team olandese è l'unico a non aver provato a Misano la scorsa settimana.

Gli altri italiani sono diciassettesimi con Lanzi (scivolato senza conseguenze), 21° con Baiocco e 23° con Sandi, wild card con l'Aprilia.

 

I TEMPI DELLE PRIME QUALIFICHE:

1     35    Crutchlow C. (GBR)    Yamaha YZF R1    1'36.288

2     11    Corser T. (AUS)    BMW S1000 RR    1'36.344

3     91    Haslam L. (GBR)    Suzuki GSX-R1000    1'36.365

4     84    Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R    1'36.549

5      7    Checa C. (ESP)    Ducati 1098R    1'36.761

6      3    Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory    1'36.793

7     67    Byrne S. (GBR)    Ducati 1098R    1'36.819

8     99    Scassa L. (ITA) Ducati 1098R    1'36.946

9      2    Camier L. (GBR)    Aprilia RSV4 Factory    1'37.048

10     52    Toseland J. (GBR)    Yamaha YZF R1    1'37.124

11     96    Smrz J. (CZE)    Ducati 1098R    1'37.189

12     50    Guintoli S. (FRA)    Suzuki GSX-R1000    1'37.314

13     41    Haga N. (JPN)    Ducati 1098R    1'37.420

14     66    Sykes T. (GBR)    Kawasaki ZX 10R    1'37.444

15    111    Xaus R. (ESP)    BMW S1000 RR    1'37.461

16     65    Rea J. (GBR)    Honda CBR1000RR    1'37.769

17     57    Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R    1'37.947

18     76    Neukirchner M. (GER)    Honda CBR1000RR    1'38.068

19     77    Vermeulen C. (AUS)    Kawasaki ZX 10R    1'38.760

20     23    Parkes B. (AUS)    Honda CBR1000RR    1'38.800

21     15    Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R    1'38.892

22     95    Hayden R. (USA)    Kawasaki ZX 10R    1'39.078

23     90    Sandi F. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F.    1'39.262

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti