Tu sei qui

News Prodotto, Lorenzo, 2a pole: chi lo ferma più?

Il pilota della Yamaha davanti a De Puniet e Stoner. Melandri vuole correre

Lorenzo ha chiuso il turno di qualifica con un 1.34.515, due decimi e mezzo in meno rispetto al suo miglior tempo di stamattina. Ha quindi tutte le intenzioni di replicare il precedente week end di Silverstone, il pilota di Palma di Maiorca, per proiettarsi come un missile verso il suo GP di casa, che si disputerà tra 10 giorni a Barcellona. Jorge era in pista con un motore nuovo dopo che al mattino il propulsore da lui utilizzato aveva avuto una perdita di liquido.

Randy De Puniet (1.34.797) si è piazzato – primo pilota Honda - di prepotenza in seconda posizione, dopo essersi giocato i sessanta minuti di qualifiche nel migliore dei modi. Il Francese del Team di Lucio Cecchinello non ha guardato in faccia nessuno nemmeno quando la sua Honda sembrava difficile da gestire, non gli resta che fare una buona partenza nella gara di domani.

Ha chiuso la prima fila Casey Stoner l'australiano che ha provato una soluzione di sospensione posteriore per far lavorare bene la gomma e allungarle la vita, dato che questa mattina aveva fatto un run molto lungo che l'aveva eccessivamente consumata. Stoner è apparso insoddisfatto della messa a punto della moto, in sella alla quale, a dieci minuti dalla fine, ha sentito un botto, un “fireback”, cioè un ritorno di fiamma, che lo ha costretto a terminare il turno anticipatamente.

Ottimo quarto posto per Ben Spies (1.34.926), quarto anche nelle prove libere di stamattina. Il texano del Yamaha Tech3 si dimostra di gara in gara sempre più a suo agio sulla GP e i risultati si stanno facendo vedere: a 4 decimi dala testa della griglia, potrebbe farcela a lottare, domani, per il podio.

Problemi anche per Nicky Hayden che è stato costretto a punzonare il 4° motore della stagione. Il propulsore della sua Desmosedici si è infatti rotto durante il turno di questa mattina e non è stato possibile riutilizzarlo: reduce anche da una scivolata, l'americano ha faticato a riprendere confidenza con la moto ed è stato sempre nelle retrofile, ricucendo lo strappo verso il termine con un 5° posto (1.34.999).

Sesto e settimo rispettivamente  Dovizioso e Pedrosa, buono anche l'8° posto di Marco Simoncelli (1.35.283) che partirà dalla terza fila.

Il turno di qualifiche ha visto l'assenza di Marco Melandri (lussazione della spalla sinistra nella caduta della mattina, ma presente ai box). Marco ha chiesto, escluse lesioni ossee, di essere visitato domattina per avere il via libera e provare a partecipare al GP d'Olanda.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti