Tu sei qui

Lorenzo: "domani voglio più trazione"

AUDIO Il leader del mondiale è primo nelle libere: "amo questo circuito"

Lorenzo: "domani voglio più trazione"

E' soddisfatto lo spagnolo Jorge Lorenzo, e come non capirlo. Ha chiuso il primo turno di prove libere davanti a tutti (1.35.169) mettendosi dietro, anche se di poco, un ritrovato Casey Stoner.

Undici millesimi di distacco che preludono ad un bel duello in questo week end di Assen ma per il momento il leader della classifica del mondo (in testa con 115 punti) sta allungando il passo sugli altri e sarà un compito arduo riuscire a placcarlo.

Il tutto arriva dopo il miglior podio dell'anno, quello di Silverstone, dove Lorenzo ha raggiunto il primo gradino della scala blasonata dando quasi 8 secondi al secondo arrivato. Ed era solo quattro giorni fa!

“La nuova modifica del circuito mi piace moltissimo, finalmente hanno ritoccato un paio di curve affilandole e rendendole più veloci: mi dà gusto passare così velocemente attraverso la chicane! ". Ha dichiarato entusiasta Lorenzo. Entusiasmo, quindi per un circuito che al maiorchino è sempre piaciuto e sul quale lo scorso anno è andato a podio, con un secondo posto dietro Rossi. Questo clima  sembra pervadere l'atmosfera dell'intero team, quasi ad esorcizzare il vuoto lasciato dal suo compagno di squadra Valentino Rossi che manca oramai da tre fine settimana. L'M1 di Lorenzo, però, non è ancora perfetta: ”Dobbiamo lavorare per ottenere ancora un po' di trazione – ha detto lo spagnolo - ma per questo abbiamo un paio di sessioni a disposizione”.

Non ci resta che capire se le sessioni di domani – libere alle 9:55 e qualifiche alle 13:55 – si svolgeranno in configurazione wet o dry: le previsioni del tempo scommettono sulla pioggia ma Assen, si sa, è imprevedibile. E in vista dell'ottantesimo Ducth TT, il circuito potrebbe fare un bel regalo di compleanno a tutti i suoi piloti, lasciando splendere nel cielo il caldo sole di questi giorni.

{mp3}06GP_TTASSEN/lorenzogioola{/mp3}

Articoli che potrebbero interessarti