Tu sei qui

News Prodotto, Libere Moto2, comanda Corti

L'italiano mette tutti in riga e ci fa sognare, male Iannone, bene Cluzel

Prima volta sull'asciutto per la categoria delle 600cc Honda che domani, in gara, correranno in ordine invertito (alle ore 12:15 ora italiana, prima delle MotoGP e della 125), un orario quindi più vicino a quello delle prove.

La prima nota dolente è l'assenza di Alex de Angelis che, durante la caduta di ieri, ha riportato la rottura della 3a apofisi e che domani non correrà in gara.

Problemi per i due italiani Andrea Iannone (non ha preso bene le misure con la frizione) e Raffaele De Rosa che, dopo essere scivolati, hanno perso 25 minuti di prove prima di salire nuovamente in sella. Iannone però al suo rientro in pista è nuovamente scivolato al primo giro, arrivando a tutta velocità fuori traiettoria nella curva Stowe (ricordiamo che i piloti della Moto2 hanno a disposizione solo una moto, pertanto, in caso di scivolata, i meccanici devono fare miracoli!). A mezz'ora dalla fine, scivolata anche per Shoya Tomizawa: il giapponese che insegue Toni Elias nella classifica mondiale ha piegato un po' troppo la sua Suter, finendo in terra.

Fantastico turno per Claudio Corti che è sempre stato protagonista e ha chiuso all'ultimo giro col miglior tempo assoluto (2,09,972) davanti al suo compagno di squadra, 2°, Jules Cluzel (2,10,731). Buon terzo posto per il pilota di casa Scott Redding, che è finito fuori traiettoria mentre stava ritoccando ulteriormente il suo tempo con tre caschi rossi: grande rischio ma ottima gestione e quindi nessuna caduta.

Alex Baldolini dimostra di crescere confermandosi sempre in zona punti con una 11a posizione a 1,904 secondi dalla testa, mentre è ancora in difficoltà il leader del mondiale Toni Elias, che ha staccato il 13° tempo, a 2,079 secondi.

Mattia Pasini e Simone Corsi hanno concluso rispettivamente in 15a e 18a posizione; 20° il giapponese Tomizawa che non ha potuto recuperare dalla scivolata.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti