Tu sei qui

News Prodotto, Silverstone punisce: De Angelis fuori

Molte cadute nelle prime due sessioni. La velocità chiede il suo prezzo

Il bollettino medico di Silverstone, dopo appena due sessioni di prove, è sconfortante e sconcertante e dimostra l'ovvio: è più facile farsi male sui circuiti veloci che su quelli lenti.

A pagare il prezzo più elevato è stato Alex De Angelis che in una scivolata apparentemente innocua ieri si è procurato la frattura di una apofisi della colonna vertebrale. Il sammarinese non correrà, ma potrebbe farcela ad Assen la prossima settimana.

Un po' acciaccato anche Ben Spies, che nella scivolata della seconda sessione cronometrata ha riportato un trauma alla caviglia sinistra con una frattura del malleolo. Ce la potrebbe fare.

Hector Barberà, invece, nella lunga scivolata, sempre nella seconda sessione delle libere, ha riportato una profonda abrasione all'avambraccio destro.

Anche Lorenzo non è in forma, ma per fortuna non a causa di una caduta: Porfuera infatti soffre di un forte torcicollo, causato probabilmente dal brusco abbassamento della temperatura.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti