Tu sei qui

Capirossi continua: "Due anni ancora"

La notizia anticipata dal suo manager: "Loris vuole riprovare l'emozione della 1000 cc"


“Capirossi ed il Motomondiale”, giunto alla 302a puntata, si arricchisce di una sequenza che lo conferma ancora ricco e vitale. Proprio qui a Jerez, Loris ha annunciato la decisione di scendere in pista altri due anni. Vale a dire fino al 2012 compreso. Il progetto MotoGP radicato nella mente di Carmelo Ezpeleta, plenipotenziario Dorna, prevede il ritorno, entro allora, a mezzi con cilindrata 1.000. Quelle che un po' tutti i piloti rimpiangono; in ciò, Loris ha trovato un incentivo per insistere in una carriera ormai lunghissima, che lo vede saldamente leader nella speciale classifica dei più longevi di ogni tempo. Tra l'altro, a fine 2012, immaginando che i campionati continuino a corrersi sulla lunghezza dei 18 GP, il romagnolo si isserebbe a quota 355. Inarrivabile, e chissàper quanto tempo.

Volendo trovare un paragone efficace, bisognerebbe abbandonare il settore particolare dello sport e frugare in quello dello “spettacolo” in generale, dove il record appartiene a “The Mouse Trap” di Agatha Christie che, a Londra, resiste sullo stesso palcoscenico dal 1952. Se a Loris gli date tempo...

Domanda: per chi correrebbe nei prossimi due anni? Il contratto con la Suzuki scade alla fine di questa stagione. La decisione, anticipata da Carlo Pernat, il manager di Capirex, tra le altre cose sollecita pubblicamente la Casa a pensarci, e mette rapidamente il pilota sul mercato.

Diavolo di un genoano.

Anche genovese.

Di sicuro, non doriano.

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti