Tu sei qui

Stoner rullo compressore. Lorenzo: "chissà!"

Casey domina ogni sessione. Lorenzo: "Batterlo? Mah: la gara è la gara"

Share


 

Casey Stoner continua a non perder un colpo, in quel di Losail. Agli avversari non ha lasciato nulla. Ha praticamente ripetuto tre volte lo stesso tempo (1'55”500 nella prima sessione di libere, 1'55”501 nella seconda, 1'55”007 in qualifica) dominando la MotoGP ad ogni discesa in pista. Si è anche concesso il lusso di mettere a segno, nella tornata decisiva per la posizione in griglia, la massima velocità di punta, con 329,1 km/ora misurati alla speed trap. Insomma: uomo e macchina imbattibili. E considerando che l'accoppiata italo/australiana ha già ottenuto qui tre successi negli ultimi tre anni, chi vuol trarre profezie su quanto potrà accadere domani lo faccia.

Stoner ha ottenuto il miglior tempo con gomme morbide, pressoché pareggiando (la differenza è 17 millesimi) quello effettuato con gomme dure (e sedici giri già percorsi). Un bell'andare.

Eppure, dopo le libere non ero soddisfatto” ha commentato l'alfiere della Ducati. “Erano state un disastro. Un problema ai freni ci aveva impedito di progredire. Poi, per fortuna, in qualifica è andato tutto a posto ed abbiamo migliorato ad ogni uscita”.

Jorge Lorenzo, terzo alle spalle dell'australiano e di Rossi, gioca palla bassa. “Battere Rossi e Stoner? Solo se la Bridgestone mi fornisse una gomma speciale...” scherza. “Certo: la gara è la gara... però, anche il terzo podio sarebbe perfetto”. Indica la propria mano destra: “Mi fa male ad ogni frenata” aggiunge. E lì finisce.

 

 

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti