Tu sei qui

News Prodotto, Loris Capirossi: 300 Gran Premi e non sentirli

A 37 anni Capirex si sente un ragazzino ed è ancora il più grintoso della MotoGP

In Qatar Loris Capirossi taglierà il traguardo dei 300 Gran Premi corsi. Lo avrebbe già raggiunto, se  fosse stato corso il Gran Premio di Ungheria. Così ha dovuto attendere un anno, vabbè, poca roba per uno che ha iniziato la carriera nel 1990 come scudiero di Fausto Gresini e, alla fine della stagione, appena 17enne, si è ritrovato Campione del Mondo.

Capirez, comunque, non ha fatto caso: ha continuato a correre come se niente fosse, centrando il secondo titolo consecutivo nella ottavo di litro. Poi è passato alla 250, nel 1992, con ha Honda privata. Nel 1993 era già vicecampione del mondo, dietro ad Harada. L'anno successivo è terzo, dietro ad un certo Max Biaggi e ad Okada.

 

Per lui può bastare. Così nel 1995 debutta in 500 con la Honda del team Pileri. Non fa sfracelli, ma quelle sono le mezzo litro "cattive" vere e comunque si porta a casa una vittoria. E vpoco importa se in Australia, davanti a lui, Doohan e Criville decidono di sdraiarsi giocandosi la volata. Chi c'era, pronto, lì dietro, lui no?!

 

Così Wayne Rainey mette gli occhi su di lui e lo ingaggia, ma la Yamaha nel 1996 è una brutta bestia. E poi Wayne gli fa rivedere ad ogni gara una videocassetta (all'epoca niente DVD!) con le sue imprese per insegnargli a guidare. Ma Loris sa guidare. Ha il suo stile, questo sì. Così preferisce tornarsene indietro. In 250. Ce lo riporta Carlo Pernat, e mai scelta risulterà più azzeccata: due anni dopo Capirossi è campione del mondo con l'Aprilia. Il "Grinta" ha buttato fuori il vecchio rivale Harada all'ultima curva dell'ultimo giro del GP di Argentina.

 

L'Aprilia lo licenzia, ma il campione del mondo è lui e sempre grazie a Pernat trova una Honda ufficiale nel 1999: è terzo.

 

Il resto è storia di oggi: accetta di passare in 500 nella squadra di Sito Pons...e sono passati 10 anni. Siamo a quota 300 e Loris continua a contare. Ma chi lo supera più, questo record? Riders gli ha dedicato una copertina ed un ampio servizio all'interno. Il prossimo al 300° GP?

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti