web counter
Thursday, 02 July 2015
Italian English
MGP QAT USA ARG SPA FRA ITA CAT NED GER USA CZE GBR SMR SPA JPN AUS MAL VAL SBK AUS THA SPA NED ITA GBR POR SMR USA MAL SPA FRA QAT

Print

MotoGP, Gresini: l'annuncio al GP di Misano

- MotoGP

Fausto Gresini - GPOne.comLa vicenda del team Gresini si sta velocemente avvicinandosi alla conclusione. Ieri, nel paddock di Silverstone, c’è stato l’incontro tra Fausto e i vertici di Honda per parlare del proseguimento o dell’interruzione della collaborazione. Una decisione non è stata presa, “ci ha chiesto ancora tempo e glielo abbiamo accordato – dice Suppo – Abbiamo rimandato tutto a Misano”. Bisognerà a spettare altre due settimane e poi tutto sarà chiaro.

Gresini non si sbilancia, “dirò ogni cosa al momento opportuno, quando tutto sarà certo. Due settimane basteranno”, ma ormai le porte dell’Aprilia si stanno definitivamente aprendo per la sua squadra. Una conferma, indiretta, arriva dalle mosse di Honda che ora sta lavorando per quel piano B che fino a ora era rimasto chiuso nei cassetti. Con l’addio della squadra italiana bisogna pensare a Redding e a Tokyo non vogliono perderlo e lasciarlo alla Ducati.

Abbiamo incominciato a muoverci per tenere Scott con noi per il prossimo anno – conferma il team principal di Honda – Ci sono varie alternative possibili, come quelle di inserirlo in una delle squadre che già lavorano con noi, parlo di Aspar e LCR. Oppure, eventualmente, ci sarebbe la strada dell’arrivo in MotoGP di Marc VDS. Tutto questo se Gresini non dovesse continuare con noi”.

Il condizionale è d’obbligo, nelle dichiarazioni, ma la tappa di Misano è perfetta per annunciare il rientro di un Casa italiana nella classe regina con una squadra italiana. Un palcoscenico ideale, anche perché ormai è giunto il momento per prendere una decisione. Quando accadrà tutto seguirà a cascata.

I piloti? Non sono un problema, tutto verrà di conseguenza”, assicura Gresini. I nomi che si fanno da tempo sono quelli di Bautista e Melandri. Lo spagnolo è già stato contattato e gli è stato offerto un accordo triennale, anche se non c’è ancora la firma. Il futuro dell’italiano dipende molto da quello che Aprilia deciderà di fare in SBK, ma potrebbe tornare in MotoGP.

Risolta la questione MotoGP, Fausto potrà concentrarsi sulle altre classi e, legandosi ad Aprilia, in Moto3 è praticamente certa la riconferma di KTM. “Ho l’impressione che nelle prossime settimane vi darò più di una notizia”, scherza l’ex iridato della 125. Il suo sorriso è la conferma che tutto sta andando nel verso giusto.