web counter
Carlo Pernat
Gigi Soldano
Paolo Scalera
Ugo Passerini
Saturday, 25 April 2015
Italian English
MGP QAT USA ARG SPA FRA ITA CAT NED GER USA CZE GBR SMR SPA JPN AUS MAL VAL SBK AUS THA SPA NED ITA GBR POR SMR USA MAL SPA FRA QAT

Print

MotoGP, Ducati: Lorenzo? Prendiamo anche Marquez

- MotoGP

Ducati: Lorenzo? Prendiamo anche Marquez - GPOne.comCon tutti i top rider in scadenza di contratto, il 2014 si preannuncia particolarmente "infuocato" per il mercato piloti della MotoGP. Tra i pezzi più pregiati c'è, ovviamente, Jorge Lorenzo. Il maiorchino due volte iridato e tre volte vice-campione in classe regina è già al centro del gossip che, secondo la radio spagnola Onda Cero (notizia ripresa anche nella rassegna stampa del sito MotoGP), avrebbe firmato un pre-contratto per il 2015 a 15 milioni a stagione.

"Davvero? Allora ci conviene ingaggiare anche Marquez. Costerebbe meno che finanziare lo sviluppo", è la battuta con la quale l'amministratore delegato Claudio Domenicali ha smentito la voce davanti allo stesso Dall'Igna, tra le risate dei diretti interessati.

"In questo momento la priorità è migliorare la moto – ha poi aggiunto il direttore sportivo Paolo Ciabatti La questione da risolvere è quella. Non abbiamo un problema di piloti, con Dovizioso e Crutchlow ci siamo assicurati i migliori a disposizione sul mercato".

La smentita da Borgo Panigale non sorprende. A gennaio, prima ancora di aver provato la GP14, pare infatti troppo presto per offrire alcun tipo di garanzie. Anche dal punto di vista economico, perché il munifico sponsor tabaccaio è in scadenza di contratto a fine stagione, ed un ingaggio come quello ipoteticamente offerto a Lorenzo richiederebbe un impegno non indifferente.

È però vero che, con Dall'Igna a gestire l'aspetto tecnico, Lorenzo ha vinto due mondiali con Aprilia in 250, senza contare i 13 podi (tre vittorie) con la Derbi targata Noale in 125. Se le modifiche suggerite dall'ingegnere veneto dovessero rivelarsi immediatamente proficue, ci sarà spazio per negoziare. Fino ad allora, non si tratta che di un sogno.