web counter

Biaggi, come Rossi, è un genio della comunicazione, ma a Ducati cosa serve?

Francamente non riesco a capire queste prove che la Ducati affronta al Mugello con Max Biaggi. Il pilota romano mi appare in questo momento come una scheggia impazzita, non si accontenta di essere diventato in ottimo telecronista ma vuole a tutti i costi risalire in moto.

Ho sempre affermato che Max oltre che essere un grande campione è un genio della comunicazione e che da questo punto di vista nulla ha da invidiare a Valentino Rossi. Non capisco però la Ducati che non aveva assolutamente bisogno di questa prova sulla sua MotoGP e dove ha tutto da perdere e nulla da guadagnare.

Supponiamo che Max giri più lento di alcuni secondi rispetto ai piloti ufficiali, cosa logica, a questo punti anche i più grandi tifosi di Max direbbero che con questa moto non c’è niente da fare e le critiche sarebbero solamente negative.

Supponiamo che Max andasse più che bene e allora vorrebbe dire che la scelta dei piloti di oggi sarebbe un fallimento. Non riesco a capire questa mossa della Ducati, avrei compreso molto di più se l’Aprilia avesse fatto girare Max ancora una stagione o se lo avesse ingaggiato come pilota immagine o forse qualcosa di più visto che con la casa di Noale due mondiali se li è portati a casa. Vacci a entrare nella testa delle persone…

12 comments on “Biaggi, come Rossi, è un genio della comunicazione, ma a Ducati cosa serve?

  1. motoelettricheblog on said:

    Max un genio della comunicazione? Se c’è stato in passato un difetto di Max che non gli ha giovato di certo alla carriera (vedi come è finita in Motogp con il ritiro forzato di 1 anno) è proprio la comunicazione; resse pubbliche di ogni tipo e con chiunque, dai colleghi piloti,capoteam ai telecronisti.

    Max invece è un grande collaudatore caro Pernat, hai presente l’Aprilia RSV4? beh, è nata e cresciuta sotto le sue mani e con le sue indicazioni, ed oggi è la migliore SBK in assoluto e qualsiasi pilota riesce a conseguirne ottimi risultati, è talmente ottimo il progetto da far nascere una ART che straccia tutta la concorrenza battendo anche qualche motogp.

    Purtroppo Carlo guarda le cose troppo sul lato economico/immagine e non pratico come ad esempio l’estrema urgenza in Ducati di trovare il bandolo della matassa e ritrovare competitività non solo in Motogp ma anche in SBK.

  2. Marcello on said:

    Buongiorno e complimenti per l’ennesima onesta e accurata analisi di ogni aspetto del motociclismo…come sempre è un piacere seguirla…purtroppo come spesso accade i tira e molla portano molta più audience di una decisione chiara…corro o no?…in superbike ovviamente…

    Marcello da Bologna

  3. Giacomo on said:

    che ducati debba trovare il bandalo della matassa quanto prima credo sia doveroso e sacrosanto…ma di certo non glielo può trovare biaggi in 2 giorni su una gp con gomme “sconosciute” e freni in carbonio…ieri ha staccato un 54 che comunque non è male…sicuro oggi migliorerà un paio di secondini, tempo permettendo, ma arrivare a girare sul 48 è dire che la moto ha bisogno di questo e di quell’altro ce ne poassa parecchio…

  4. alessio galimberti on said:

    io a proposito di ciò che ha scritto Pernat ho provato a darmi una risp, e l’ho fatto sul mio blog.
    http://motogpvsbk.blogspot.it/2013/06/biaggi.html

    Ducati –> Biaggi <– Dall'Igna

  5. eugenio on said:

    Ciao Carlo, da fonti non ufficiali dicono che Biaggi gira a 7 decimi da Iannone, non qualche secondo.Cmq uno che ha corso per 20 anni, 8 che non sale su una motgp se ha la possibilità di farsi 2 giorni di test perchè no?In quanto a ducati si può solo ringraziare per avergli fatto questo regalo e per aver trovato un argomento da trattare, chissà per quanto tempo, e sopratutto diverso dal solito Rossi.W il motociclismo

  6. Massimiliano Ciuffatelli on said:

    Magari a provare la mot dopo due anni di cazzate!!! caro Pernat nn so se pensare che sei grullo o troppo furbo… tula verità la sai e anche tu hai paura di bruciarti!! OMUNCOLO

  7. IL CORSARO NERO on said:

    IL SOLITO PERNAT, IL CUI ARTICOLO E’ LA FOTOCOPIA SCADUTA
    E SCADENTE DELL’ARTICOLO DI ZAMAGNI SU GRIGLIA DI PARTENZA.
    CHE DIRE? PERNAT E ZAMAGNI: COPPIA DI FATTO
    DIRITTI PER TUTTI DI ……..SPARARE C…..ate!

  8. super 3 on said:

    Per parlare così mi pare evidente che temete Max specialmente ora che il dottorino mostra le sue reali qualitá e comunque stava solo giocando….perchè non si può ? E se invece tornasse sarebbe comunque un ulteriore guadagno per la moto gp

  9. Carlo on said:

    Io penso semplicemente che la Ducati volesse far provare la Panigale a Biaggi, e lui abbia preteso di provare anche la Moto Gp; forse pensando ad un rientro nel 2014 in Moto Gp (Suzuki o altro)

  10. Carlo on said:

    Aggiungo: per favore non accostiamo Biaggi a Rossi. Il romano, o monegasco, è decisamente infariore in tutto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

5.135 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

I tag HTML non sono ammessi

Post Navigation