web counter

Il destino dei due ‘Marco’, lo spagnolo Marquez e l’italiano Simoncelli

Puntualizzando che Marc Marquez è un vero fenomeno e probabilmente sarà il Valentino Rossi degli anni a venire, mi viene da sottolineare il diverso trattamento usato dalla Honda nei confronti di Marco Simoncelli.

Lo spagnolo ha subito usufruito dello sponsor Repsol che lo ha accompagnato sino dagli inizi della carriera, poi la Dorna ha eliminato la regola del rookie che non permetteva ad un pilota appena passato di categoria di gareggiare in un team ufficiale ma di transitare in un team privato.

Un conto è avere a disposizione subito il team ufficiale che ti da il 100 per cento dell’appoggio sia tecnico che sportivo, un conto è passare come fece Marco in un team privato, se pur importante come quello di Fausto Gresini, senza l’appoggio ufficiale della casa madre.

Ciò significa non avere i dati ufficiali della telemetria della casa e siccome oggi tutto ciò conta quasi il 60 per cento capirete anche voi che l’approccio fu molto differente.

Questo senza togliere nulla al fenomeno spagnolo che, ripeto, sarà protagonista degli anni a venire ma per dare un ulteriore riconoscimento al Sic che ave va la colpa di non essere nato in Spagna.

37 comments on “Il destino dei due ‘Marco’, lo spagnolo Marquez e l’italiano Simoncelli

  1. Pietro 996 on said:

    diciamo cha al Sic è andata anche abbastanza bene, l’unico che ci ha rimesso molto è stato Ben Spies

    • Francesco on said:

      Ben Spies per la grinta che ci mette non è degno neppure di una CRT. Meglio se lascia il posto a qualche giovane più talentuoso.

      • Sandro on said:

        Il Grande Sic in moto era un Guerriero spietato, l’opposto di come era quando camminava a piedi metre il fenomeno che doveva essere Spies non è mai esploso e ricorda che aveva una m1 sotto il culo non una ducati. Quello che vuole dire Carletto è che se il nostri Sic aesse avuto lo stesso trattamento di Marquez , al debutto in moto Gp il Sic sarebbe stato la davanti con i primi 2 o 3.

  2. massimo on said:

    caro Carlo ,come contraddirti su quello che hai scritto
    io aggiungo il capo della Dorna non è spagnolo?
    lo sponsor della Honda non è spagnolo?
    secondo me lì c’è stato un inciucio dello e buono e le altre case ufficiali non hanno detto niente

    • Gianfranco on said:

      Massimo, perdonami. Ma, aldilà dell’abrogazione della regola, pensi davvero che Maarquez abbia bisogno di aiutini? La gara ad Austin l’hai vista? Ti ricordi quando partì ultimo in Moto2 e vinse? Se la Spagna, con i suoi piloti (Espargaro, Simon; Vinales) vince è perchè hanno la base! Federazione, sponsor, circuiti, filosofia sui giovani! Cose che avevamo anche in Italia ai tempi del Team Italia: Capirossi, Biaggi, Melandri, Poggiali….tutti usciti dalla formazione e dall’appoggio della Federazione. Non lamentiamoci sempre e non gridiamo sempre al complotto. Sono stati più bravi. Punto.

      • 3pacchik on said:

        Gianfranco condivido quello che dici,pero’su una cosa devo corregerti.La federazione,intesa come team italia,dei piloti che hai nominato ha dato un appoggio al solo Max Biaggi ai tempi dell’Europeo 250.Il babbo di Capi ipoteco’la casa per far correre Loris,Melandri e Poggiali invece si affidarono a massimo Matteoni,che era si’un mago nel preparare le 125,ma costava assai caro

      • massimo on said:

        è no non ci sto,giusto quello che dici in questo momento in italia non abbiamo grossi piloti di ricambio,però Simoncelli è stato messo in un tim satellite con una moto semiufficiale e perchè Marquez no, anche Stoner entrò in un tim satellite

  3. Sergio on said:

    La mafia spagnola comanda in motoGP… non e’ una novita’

  4. alexpex on said:

    Daccordissimo. Ma penso che il Sic non avrebbe voluto sentirsi dire che era meno fortunato di Marquez. Era un leone e ha sempre combattuto, fino alla fine. Questo piaceva in lui. Inutile recriminare sul passato. Marquez fa lo stesso, e verrà amato alla stessa maniera.
    Godiamoci questo nuovo fenomeno che spero faccia mangiare polvere a tutti quei piloti “noiosi” che corrono adesso in GP, troppo precisi, troppo lamentosi, troppo calcolatori.

  5. Gianni on said:

    Con tutto il bene voluto da tutti per Simoncelli, ma quando Marco passò in motoGP il suo talento non era così evidente e sproporzionato come quello di Marquez. Secondo, nel 2010/2011 nel team Honda HRC c’era Dovizioso come compagno di team di Pedrosa, e dire che Simoncelli avrebbe meritato di più di Dovizioso di stare in quel team mi pare eccessivo. Magari la Ducati avrebbe potuto metterlo nel suo team ufficiale se non ci fosse stata la regola del rookie, ma honda ufficiale, perchè? Fermo restando che la regola del rookie era sbagliata e che Simoncelli era un talento, ma sicuramente non tanto cristallino (e lucido) quanto Marquez.

    • Gianni on said:

      Sono andato a leggere le classifiche delle prime due gare del 2010. Simoncelli arrivò in entrambe 11esimo, dietro a tutte le honda ufficiali e satellite nella prima, e mettendosi dietro solo Aoyama nella seconda. E guidava la Honda del team Gresini, sicuramente un signor team che nel passato si era giocato anche mondiali. Ditemi, perchè avrebbe meritato una Honda ufficiale dal primo anno? Ribadisco, onoriamo il ricordo di Simoncelli, voluto bene da tutti, e molto sfortunato. Ma parlare di un pilota che non c’è più, e sicuramente facendosi influenzare nel discorso proprio dal fatto che ha perso poi la vita, questo è davvero sbagliato, e mi meraviglio di Pernat.

  6. Lalla on said:

    Il Sic era un vulcano in pista e fuori e la sua guida ci faceva sognare.
    Vederlo su una moto ufficiale sarebbe stato stupendo ma purtroppo oggi questo nn conta più. Lui sarà sempre in pista con tutti gli altri e nei cuori di chi ama questo sport.

  7. Mirko on said:

    Era una regola stupida per il Sic come per Marquez, hanno fatto bene ad eliminarla. Peccato che l’eliminazione non sia stata frutto di un guizzo di buon senso ma di un inciucio per far passare il pilota protetto dallo sponsor grosso

  8. marco trevisan on said:

    Questo strumentalizzare chi non c’è più, solo per far parlare di sè…non mi piace….
    Ma questa è la spettacolarizzazione del dolore, che in Italia, è diventata lo sport nazionale…
    Con tutto il rispetto per un ragazzo che non c’è più, non storpiamo i ricordi… Marquez è due spanne sopra Simoncelli come talento…. E se c’è la mafia spagnola, non c’è anche la mafia degli affiliati di Rossi?? Simoncelli non ha beneficiato di quella vicinanza? E Iannone? cosa ci fa in motogp? cos’ha vinto??? non ditemi che Marquez ha avuto privilegi perchè seguito dalla Repsol, perchè guidare come guida lui alla seconda gara, non è mica merito dei soldi e del team ufficiale…. lì c’è tanto pelo e talento….PUNTO!!!!
    So già che mi prenderò una montagna di critiche, ma le trovo un pò pesanti queste manifestazioni per ricordare Simoncelli…. Tutto questo movimento per mostrare che continuiamo a ricordarcelo…. Chi c’è l’ha nel cuore se lo ricorda senza mille manifestazioni con parate di VIP, senza intestare vie, piazze etc…..

    • Gianfranco on said:

      Nessuna critica, hai perfettamente ragione e condivido, bravo. Italiani sempre a piangere….poi ci lamentiamo se ci considerano così, all’estero..

  9. Rocco on said:

    Senza nulla togliere all’opinione di Carlo, che rispetto, vorrei riportare di fatto la situazione diversa al momento dell’esordio dei due Marco.
    Innanzitutto Marquez ha vinto tutto quello che c’era da vincere nelle classe inferiori e con un dominio imbarazzante, quindi mi sembra più che giusto che gli sia affidata la totale fiducia e supporto nella classe regina, a maggior ragione visti i risultati che sta ottenendo. Senza nulla togliere al Sic ma anche lui, sebbene sotto il nome di “satellite” disponeva di una Honda che non aveva nulla da invidiare alle ufficiali, era infatti tale e quale del team HRC. Per cui non è vero che non aveva una moto ufficiale e che non aveva accesso ai dati dei piloti ufficiali. Anche Crutchlow al giorno d’oggi ha accesso ai dati di Jorge e Valentino. Il problema del Sic era che cadeva troppo, ma il suo talento rimane indiscusso e sicuramente con le 1000 avrebbe piegato qualche spagnolo là davanti.
    Ciao,
    Rocco

  10. Daniele on said:

    Non vedo perche’ la Honda dovrebbe trattare tutti allo stesso modo. Stiamo parlando di competizioni dove ogni casa sceglie i piloti in base alle proprie strategie e bisogni.
    La Honda e’ un’ azienda che vende moto non una associazione umanitaria – E’ libera di “assumere” chi vuole e quando vuole. Biaggi fu’ trattato anche peggio all’esordio. non ci vedo niente di anormale.

  11. Muriel Simeon on said:

    Sono d’accordo con te, e penso che il motomondiale nonostante tutto diventerà triste e monotono se ci saranno solo più piloti spagnoli che vinceranno perché appoggiati dalla Dorna, tengono Valentino perché sanno che tanta gente lo segue sempre, ma che succederà dopo??? anche se Marquez farà delle belle cose non penso che la Dorna sia pronta al dopo Valentino… e tifosi come noi ci stiamo un po stufando di vedere solo spagnoli vincere… visto che tifiamo per l’Italia.
    Mi dispiace tanto per il Sic che non abbia potuto usufruire di tale appoggio, perché era un pilota genuino e di grande talento.
    Ciao Carlo.

  12. IL CORSARO NERO on said:

    SEI PATETICO PERNAT,
    LASCIA IN PACE SIMONCELLI.
    IL RAMMARICO E’ CHE NON CE’ PIU’ E NON CHE NON SIA STATO AIUTATO DALLA DORNA COME INVECE E’ STATO AD ESEMPIO UN CERTO ROSSI.
    6° SU 4 MOTO UFFICIALI

    • Gianni on said:

      giusto per precisare, la Dorna non incide sul polso destro, e poi le moto ufficiali quest’anno sono 8, non 4 (2 Honda, 2 Yamaha e 4 Ducati).

  13. Gianfranco on said:

    Capisco il rammarico del Manager, ma non sono d’accordo. L’anomalia è quella di aver permesso a MM di evitare la rookie rule; possibile che noi italiani non riusciamo a capire la differenza fra regole e furbizia? Sic fortunatamente era di un’altra pasta, lui non ha MAI discusso questa regola, l’ha accettata, da persona cresciuta con il rispetto per TUTTI eper TUTTO. Nel team di Fausto, con Deganello padre e figlio, telemetrista, si sono rimboccati le maniche ed hanno imparato a vincere, duramente, ma lealmente. Pernati, ti ammiro, ma tu che hai conosciuto, vissuto Marco, sai bene che non avrebbe condiviso. Saluti

    • massimo on said:

      infatti l’ha accettata perchè le regole vanno rispettate, se fosse ancora in corsa vedremo se non avrebbe detto niente, secondo me si sentirebbe preso in giro e credo che lo comunicherebbe in diretta tv

  14. maxeem on said:

    a parte il fatto che marquez è piu forte di sic, bisogna ricordare che è in honda ufficiale grazie al ritiro di stoner altrimenti avrebbe anche lui fatto un anno in honda clienti!!! se casey non avesse abbandonato in anticipo avremmo assistito al duo stoner pedrosa quest’anno ed il prossimo pensate un pò che bello stoner marquez, probabilmente il team piu forte di sempre???!!!!

  15. alexpex on said:

    Non sono d’accordo con chi se la prende con la Dorna solo perché spagnola. È ovvio che preferisca piloti spagnoli, ma io al loro posto farei lo stesso.
    Dove sono i migliori piloti adesso, dove c’è il miglior vivaio di talenti, dove si è investito nei giovani motociclisti? Solo in Spagna.
    Anche gli USA sono scomparsi da questo punto di vista, e tutto il resto del mondo ne mette insieme solo poche decine.
    In Italia ci siamo gongolati per anni, esaurendo il vivai dei Gresini, Reggiani, Cadalora, Rossi, Melandri, ecc, e ora faticosamente stiamo ripartendo, ma il livello dei nostri in Moto3 è ancora molto inferiore agli spagnoli, classifiche alla mano. In Moto2 siamo ai minimi storici. In MotoGP, tolti i big, anche qui siamo lontani.
    In SBK è più multietnico, ma il livello è decisamente più basso, forse paragonabile alla Moto2, o forse meno.
    Grazie a Marquez e alla Dorna possiamo vedere un mondiale prototipi degno di questo nome (CRT a parte)…

  16. pierino sempre in piedi on said:

    Il buon Pernat, da anni dice tutto e il contrario di tutto… In questo e’ “un’ottimo” italiano. Pero’ a volte esagera, pensando che noi “umili appassionati” siamo solo dei poveri dementi.. Cosa c’entra Simoncelli con Marquez? A volte tacere, ti da un’opportunita’ per non sparare c.. avolate. Il buon Carletto, vuole fare il paladino “dei poveri”, e distorce la realta’ (vedi Rossi e Ducati..) pensando appunto che noi ci beviamo tutto. Ma non ha capito che non e’ proprio cosi’…

    • marco trevisan on said:

      Hai ragione.Vedendo anche come parla nelle interviste a fuori giri, si vede che Pernat vuole creare sempre il gossip o lo scontro…. probabilmente quando non hai purosangue da proporre in gara, dici che i cavalli degli altri sono drogati.. è il tipico fare italiano, portato dal calcio, mazzola-rivera, baggio-del piero, ma qua è andato a toccare i morti…. Pernat ritirati a un riposo sereno….sei il Mino Raiola delle due ruote….

  17. GREX on said:

    Orwell ha detto una grande verità quando scrisse: “tutti gli animali sono uguali,ma alcuni sono più uguali degli altri”. La rookie rules è stata fatta per evitare a piloti di prim’ordine provenienti da altre classi di finire in team ufficiali, nel periodo in cui i piloti di prim’ordine erano rappresentati sopratutto da non spagnoli (vd. Sic). C’è però da dire, che Marquez, nonostante il mio attaccamento al Sic per la sua genuinità e la sua generosità in moto, fa proprio un altro sport.
    E’ un fenomeno alla Rossi, fortissimo, che buca lo schermo per simpatia e cattiveria. Manca però del lato puramente umano, quel lato ben espresso da quel pianto in mondo visione di Marco simoncelli dopo la caduta di Doha nel 2008, che ci ha fatto innamorare tutti, ma che ci ha fatto capire che un pilota, è prima di tutto un uomo, con debolezze umane, ma cuore da super eroe

    • maxeem on said:

      soltanto che rossi lottava contro gibernau melandri capirossi etctec marquez ha il suo daffare contro lorenzo e co…

  18. 3pacchik on said:

    In Italia cè il vizietto di farsi belli di fronte alle disgrazie,a far gara a chi soffre di piu,e a ingigantire le imprese di chi non cè piu’.Se vogliamo parlare del Sic dal lato umano,è vero,ha lasciato un gran vuoto,anche a chi non stava simpatico per niente tipo il sottoscritto,ma se parliamo del lato sportivo mi chiedo come sia venuto in mente al Signor Pernat,un simile paragone.Mi pare che Marquez sia arrivato in motogp con ben altri risultati rispetto al povero Sic.Al quale poi non è che gli avevano dato una carretta sotto il sedere eh

  19. simone on said:

    Carlo, le tue parole sono come la Bibbia, non riesco mai a darti torto in niente…Marc mi piace molto per carisma, dolcezza, rispetto che ha per gli altri e per il polso destro devastante…Il super Sic ha dimostrato lo stesso ciò che valeva anche se con una moto che non era certo come quella di dovizioso, eppure lo ha bastonato più e più volte…Purtroppo il vuoto che quel ragazzo li ha lasciato è davvero incolmabile e solo a parlarne ogni volta mi si riga il volto dalle lacrime…Ti ascolto sempre incantato, non so davvero dove trovi la geniale coerenza delle frasi che dici…non ne sbagli una…Ti vorrei al posto di Carmelo Ezpeleta, il tuo carisma e la tua professionalità ti porterebbero molto…ma molto in alto. Sei il numero uno dei talent scout. Non ne hai sbagliato uno, sono tutti dei mostri quelli scoperti da te.Un abbraccio Carlo, non cambiare mai, l’abbraccio in qatar con Valentino ha parlato di più di ogni bocca…Sei una persona fantastica.Simone

  20. pino on said:

    Pernat… parla solo per far parlar di se… poveretto!

  21. Francesco on said:

    Differenza di talento, più che di passaporto… Sul fatto che la rookie rule sia stata tolta per Marquez non ho dubbi, come non ho dubbi sul fatto che sia stato un bene per la MotoGP farlo.
    La tragedia di Simoncelli ha commosso anche la Spagna, ma il paragone tra i due piloti lo vedo un pò azzardato, oltre che, IMHO, un pelino di cattivo gusto. Considerazione personale, ripeto.

  22. Cicico on said:

    Sono d’accordo, è indiscutibile.
    Se il SIC fosse stato nel team ufficiale avrebbe avuto sicuramente risultati migliori.
    Sicuramente Marquez ha goduto di un appoggio politico importante o sicuramente maggiore del SIC; ciò però nulla toglie al suo talento.

    Il rammarico? Non poterli vedere insieme.

  23. Alessandro on said:

    Ma proprio non capisco ma proprio voi mi venite a parlare di giustizia compresi tutti questi personaggi che affossano questo sport. Ci riproponete il Valentino Rossi come una minestra riscaldata riportandolo su una moto ufficiale come la yamaha dopo tutti i flop che sta prendendo, l’avrebbe meritata più un Dovizioso oppure un Cal Crutchlow dopo quello che stanno dimostrando , ma per favore non se né può più con questi personaggi.

    • massimo on said:

      caro amico si vede non hai capito che rossi anche se è bollito, per me non lo è affatto, attira spettatori ,interesse e soldi ed alla dorna fa molto comodo infatti nei precedenti due anni mi sembra ascolti e spettatori erano in calo

      poi se hai letto come previsto da qualcuno l’abbandono di biaggi ha portato ad un calo ed infatti le ultime notizie le avrai sentite

  24. roberto on said:

    le porcate fatte dai vari marquez ,barbera , bautista non contano perchè sono spagnoli
    i pericolosi sono gl’altri mi sono rotto questo non è motociclismo.

  25. roberto on said:

    fare un cambio di moto e trattamento tra marquez e iannone poi vediamo chi è il fenomeno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

5.186 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

I tag HTML non sono ammessi

Post Navigation